Bruciore alle mani

//Bruciore alle mani

bruciore alle maniPrima di scoprire da cosa può essere causato il bruciore alle mani, bisogna capire che le mani sono la parte del corpo che usiamo di più per interagire con l’ambiente intorno a noi, infatti in qualunque azione svolta durante la giornata le mani sono protagoniste.

Le nostre mani sono sottoposte a frequenti sollecitazioni che con il tempo possono provocare conseguenze fastidiose come soffrire di bruciore, dolore, formicolio, intorpidimento, etc.

Questi sintomi possono essere passeggeri ma anche ricorrenti, fino a diventare a volta cronici e trasformarsi in segnali di numerose condizioni patologiche e non patologiche più o meno gravi, quindi da non trascurare.

La manifestazione del bruciore

Il bruciore alle mani può arrivare all’improvviso oppure iniziare lievemente e progredire fino a diventare cronico.
Un fastidio che può colpire a qualsiasi fascia d’età anche se più frequente nelle persone anziane e nelle persone che usano tanto le mani per lavoro.

Bruciore, dolori, parestesie e tutti gli altri sintomi che possono colpire in genere tutto il sistema nervoso periferico, possono essere:

  • localizzati ad una mano o una parte di essa;
  • presentarsi in modo simmetrico colpendo quindi entrambi le parti del corpo (ad esempio
    entrambe le mani allo stesso modo).

Spesso i fastidi si accentuano di notte e nei casi più gravi sono addirittura invalidante.

Il bruciore alle mani: neuropatia periferica o condizione non patologica

Il bruciore può essere causato quindi da molteplici cause. Con una posizione scorretta degli arti superiori può capitare una parestesia alla mano, cioè una riduzione della sensibilità, con sensazione di formicolio, della parte del corpo dovuta alla compressione e costrizione dei vasi sanguigni.

In questo caso basta riassumere la posizione corretta dell’arto e dopo pochi istanti la sensibilità della mano torna alla normalità.
Altro caso di sensazione di bruciore alle mani è quello dovuto al freddo che, restringendo i vasi sanguigni periferici, provoca un repentino raffreddamento dei tessuti portando a una sensazione di dolore e bruciore.

Inoltre il veloce riscaldamento della mano fredda può far insorgere geloni sulle mani con conseguente causa di bruciore.
Queste sono alcune cause non patologiche che possono provocare il senso di bruciore alle mani.

Ma a volte il bruciore, come altri sintomi tipo dolore e formicolio, possono essere il segnale di neuropatie periferiche.

Cause non patologiche

Altre cause non patologiche del bruciore alle mani, oltre a posizioni scorrette e sbalzi termici, possono essere:

  • sbalzi ormonali particolarmente frequenti durante gravidanza, allattamento e menopausa;
  • eccessivo utilizzo, come nel caso di determinati lavori che richiedono un uso continuo e ripetitivo delle mani.

Le cause non patologiche sono quelle che provocano nella maggioranza dei casi anche dolori.

Cause patologiche

Nei casi più frequenti il bruciore alle mani e gli altri fastidi, sono dovuti a condizioni patologiche che causano una malattia che provoca il danneggiamento o il mal funzionamento dei nervi del sistema nervoso periferico.

Le neuropatie periferiche possono essere classificate secondo diversi punti di vista, ma principalmente in:

  • neuropatie acquisite, perché provocate da altre malattie;
  • neuropatie ereditarie;
  • neuropatie idiopatiche, quando non si riesce ad individuare la causa.

Numerose sono le condizioni patologiche che provocano neuropatie al sistema nervoso periferico delle mani. vediamo le più frequenti.

Il diabete e altre malattie sistemiche

La presenza eccessiva di zuccheri nel sangue provoca alterazioni muscolo scheletriche e danneggiamento dei nervi periferici che causano oltre al bruciore soprattutto gonfiore e dolore alle mani.
Stessa conseguenza si può avere in caso di altre malattie sistemiche come insufficienza renale cronica e alterazioni endocrine.

Sclerosi multipla

Una patologia neurodegenerativa con la perdita della sostanza che riveste le fibre nervose (mielina) che causa il mal funzionamento degli impulsi nervosi. Provoca bruciore, intorpidimento, dolore e difficoltà motorie.

Artrosi

Una malattia degenerativa che provoca l’assottigliamento delle cartilagini che ricoprono le articolazioni, provocando irrigidimento, sensazioni di formicolio frequente fino a vere e proprie difficoltà motorie.

Dolore e bruciore sono solitamente localizzati, ma tali sensazioni alle mani posso partire anche da artrosi in altre regioni come quella cervicale da cui parte la ramificazione nervosa verso le braccia.

Artrite

Una condizione che provoca infiammazione delle articolazioni della mano portando ad arrossamento, bruciore, gonfiore, rigidità delle articolazioni in particolare nelle dita, crampi.

Le cause delle infiammazioni articolari possono essere molte, tra cui c’è anche una patologia autoimmune (artrite reumatoide) che causa un attacco anomalo degli anticorpi alle articolazioni infiammandole.

L’artrite reumatoide è una patologia degenerativa progressiva che porta alla deformazione delle ossa della mano e delle dita provocando forti dolori e la sensazione di “spilli” nella pelle che rendono invalidante il soggetto colpito.

Tumori e farmaci antitumorali

Le cellule tumorali possono attaccare le cellule nervose provocando neuropatie a volte croniche.
Inoltre anche la chemioterapia usata per le cure anti-tumorali e non solo, provoca neuropatie soprattutto a mani e piedi con perdità di sensibilità, sensazione di gonfiore dei palmi, e bruciore leggero.

Dermatite atopica

La dermatite atopica è un infezione della pelle. Può colpire le mani in qual caso provoca un forte pizzicore con conseguenti bruciori per gli eritemi a chiazze che si formano sulle mani, in particolare sul palmo e il dorso.

Deficit nutrizionali

Neuropatie che provocano bruciore, parestesie,e altri sintomi, sono provocate per deficit di vitamine E, B1, B6 e soprattutto B12.
Quest’ultima è il nutrimento base delle cellule nervose e una sua carenza nell’organismo porta al danneggiamento del sistema nervoso periferico in modo simmetrico (polineuropatia).
Anche eccessi di vitamina B6 possono provocare neuropatie con conseguente sensazione di bruciore agli arti.

Traumi o compressioni

Traumi esterni o compressioni di nervi (come nel caso del tunnel carpale e sciatica) provocano diversi fastidi agli arti sia superiori che inferiori, anche se la patologia è distante dalla mano o dal piede.

La compressione dei nervi porta ad un irrigidimento e perdita di sensibilità che fanno molto male.

Infine anche l’esposizione a sostanze tossiche può provocare un forte bruciore alle mani con altre conseguenze relative al tipo di aggressione che attua la sostanza.

Diagnosi e trattamento

Il bruciore alle mani è un sintomo di un’altra patologia. Quindi innanzi tutto va individuata la patologia che lo provoca.
Per definire un eventuale trattamento per risolvere o limitare il problema, va fatta un’attenta analisi su:

  • i sintomi congiunti al bruciore e altri segni che l’organismo può mandare;
  • ricognizione delle malattie pregresse e di quelle in corso;
  • consulto di diversi specialisti in quanto le patologie abbracciano vari settori
    della medicina, quindi per avere una quadro più chiaro vanno consultati almeno un neurologo e un ortopedico;
  • esami diagnostici richiesti per verificare la presenza di infiammazioni, patologie autoimmuni, problemi articolari e per la valutazione dello stato delle fibre nervose.

Individuata la patologia che provoca i sintomi, tipo il bruciore alle mani, si può provare ad eliminare la causa della neuropatia periferica alle mani attraverso terapie adatte e quindi i fastidi spariranno.

In alcuni casi, con patologie più gravi, il medico prescriverà terapie adatte alla riduzione dei sintomi.

Infine esistono molti prodotti naturali, omeopatici e farmaceutici che possono intervenire su sintomi come il bruciore alle mani, ma restano dei palliativi che non risolvono il problema alla radice.

2018-12-06T12:36:56+00:00