Skip to main content

formicolio alle labbraIl formicolio alle labbra è un sintomo molto generico e può essere associato ad un’ampia varietà di condizioni tra cui allergie, problemi neurologici, infezioni e/o squilibri della circolazione del sangue, neuropatia periferica o sclerosi multipla.

Spesso il formicolio è associato a intorpidimento e/o ad un’alterazione della sensibilità soggettiva dovuta a disturbi delle vie nervose sensoriali.

Non essendo chiaro il motivo della comparsa del formicolio, è importante rivolgersi al medico, il quale raccomanderà dei test, ai quali sottoporsi, per elaborare una diagnosi. Una volta acclarata la causa, il medico potrà consigliare la cura, eliminando così anche il fastidio del formicolio.

Cause del formicolio alle labbra

La sensazione di formicolio alle labbra si manifesta raramente, ma quando si presenta (più volte a distanza di breve tempo dalla precedente) è buona norma consultare subito il medico, poiché questo sintomo, come detto, è un semplice indicatore di cause come:

  • Reazione allergica: si verifica quando le labbra sono state a contatto con un allergene che può essere naturale, come polline o polvere, o chimico, come profumo o dentifricio, o addirittura con veleni che si trovano nei detergenti per la pulizia della casa o nei pesticidi.
  • Attacchi di panico: alcune persone sperimentano il formicolio alle labbra proprio durante gli attacchi di panico, ciò avviene per via della scarica di ormoni rilasciati dal proprio corpo.
  • Nevrite facciale: si verifica quando un nervo sensitivo è leso. E’ un disturbo il più delle volte, legato alla neuropatia. Più in generale quando si parla di nevrite facciale collegata al formicolio, all’intorpidimento delle labbra, il medico deve subito intervenire per evitare la paralisi facciale.
  • Carenze vitaminiche e sali minerali: le labbra si intorpidiscono in presenza di disturbi neurologici. Questo tipo di disturbi può essere causato da mancanza di vitamine nel corpo (in particolare la carenza di vitamina B12, che può portare ad avere anche scosse) o da una compromissione della circolazione sanguigna, data la mancanza di sali minerali come il fosfato, il sodio o il potassio.
  • Diabete mellito: la variazione della normale glicemia può portare al formicolio labiale.
  • Infezioni: le infezione possono causare l’insorgenza del formicolio o dell’intorpidimento delle labbra; difatti si può notare questo sintomo, poco prima di un’infezione a cui consegue la sensazione di labbra pruriginose, ad esempio l’herpes labiale.
  • Cattiva circolazione del sangue: con la costrizione dei vasi sanguigni si verifica il formicolio alle labbra. Se le labbra cambiano anche di colore (diventando cianotiche o rosso fuoco), ci si può trovare davanti al Fenomeno di Raynaud.
  • Fenomeno di Raynaud: questo fenomeno è uno spasmo eccessivo dei vasi sanguigni che provoca, di conseguenza, una diminuzione del flusso sanguigno. In genere il vasospasmo colpisce gli arti estremi del corpo, ma può colpire anche la punta del naso, i lobi delle orecchie, le labbra e i capezzoli, dove i vasi sanguigni, essendo più piccoli, sono più sensibili al cambio di temperatura.
  • Tossine: i metalli pesanti se ingeriti possono provocare intorpidimenti delle labbra.
  • Effetti collaterali dell’anestesia locale: l’anestesia fatta dal dentista può avere effetti collaterali a breve e lungo termine, tra cui intorpidimento labiale; inoltre le operazioni chirurgiche, non andate a buon fine, possono causare intorpidimento e formicolio, anche in modo permanente. In caso in cui l’anestesia fatta, faccia gonfiare la lingua, al punto di non permettere di respirare, è meglio recarsi subito in pronto soccorso per evitare lo shock anafilattico.
  • Trauma: i piercing sulla lingua o sulle labbra possono provocare danni a lungo o a breve termine, lo stesso vale per i ”morsi accidentali” che si danno quando si mastica con poca attenzione.
  • Ipoglicemia e neuropatia periferica: è una lesione del nervo sensitivo. Con la neuropatia periferica si può avere formicolio sia agli arti, sia alle labbra; questa malattia è causata principalmente dal diabete. Il formicolio, in questo caso si presenta durante la notte.
  • Ictus: con l’ictus si ha una perdita di funzione del cervello, causata da un insufficiente apporto di sangue in un’area, in questo caso il formicolio è persistente e può durare anche 24 ore.

Le cause ora citate possono avere come sintomo, non solo il formicolio alle labbra, ma che alla lingua (ricca di innervazioni capillari); in questo caso il sintomo può anche essere descritto come parestesia.

La lingua è uno degli organi più sensibili del nostro corpo. Il formicolio alla lingua può essere attribuito a cause locali e/o sistemiche.

I fattori locali sono in genere lesioni o stati di irritazione della mucosa del cavo orale, causati il più delle volte dall’ingestione di cibi o bevande, troppo caldi, piccanti, acidi o a cui si è allergici.

Perché si ha la sensazione di formicolio

Il formicolio indica, che vi è in corso, un problema con i nervi (infiammazione, danneggiamento o compressione), recettori, responsabili dell’elaborazione dei segnali. In questo caso si possono avere problemi a 4 tipi di recettori:

  1. Termo-recettori: rilevano le variazioni termiche, inviando stimoli di caldo/freddo.
  2. Meccano-recettori: rilevano pressione e tocchi.
  3. Chemio-recettori: ricevono stimoli chimici come, ad esempio, il gusto e l’olfatto.
  4. Nocicettori: che segnalano un danno tissutale e permettono di segnalare al cervello le sensazioni dolorose.

Cura

Al di là dell’insorgenza di particolari e complesse patologie, i rimedi per il formicolio non sono unici ma variano a seconda del disturbo da cui provengono.

Il medico specialista in un primo momento sottoporrà il paziente all’anamnesi (capirà lo stile di vita, si informerà sullo stato attuale e pregresso di salute sua e dei suoi parenti). Solo dopo aver avuto le prime informazioni, consiglierà alcuni esami, quali analisi del sangue, tac, radiografia, prove allergiche.

Con questi esami potrà acclamare la causa del tremolio. Lo specialista a questo punto potrà consigliare la terapia più giusta per eliminare la causa principale.

Ad esempio se il tremolio o il formicolio è causato da una reazione allergica, il medico prescriverà degli antistaminici e nei casi più gravi dei cortisonici; qualora la causa sia il diabete, il medico prescriverà l’insulina e così via.

Solo il medico è in grado di consigliare la terapia farmacologica più idonea per curare la malattia.

Senza farmaci, oltre le sane abitudini, in questo caso sono consigliate:

  • Una dieta equilibrata, così da reintegrare sali minerali e vitamine. In particolar modo sono consigliati cibi come i cereali integrali, cioccolato, noci, semi e muesli (ricco di vitamine B12).
  • Usare olio di menta piperita che uccide le particelle del virus al di fuori delle cellule, quest’olio è consigliato soprattutto in caso di herpes.
  • Masticare o strofinare foglie di basilico sulle labbra, poiché il basilico è un buon alleato per il trattamento di varie infezioni della bocca.